Interregionale di Serie B 2007: EGirls in finale!

Campionato Interregionale di Serie B- Pavia, 18 febbraio 2007

“Le Campionesse Regionali corsare a Pavia”

E’ alla fine ci sono riuscite!

Le EGirls assaltano il Palasport di Pavia per la seconda volta in pochi mesi e si portano a casa un’altra qualificazione ad una finale prestigiosa.

La scorsa primavera la coppia Vaccaro-Landolina e Sonia Vinetti avevano ipotecato l’accesso a ben 5 finali in tre per il nazionale di specialità  che avrebbe poi fruttato un titolo italiano alla palla ed un secondo posto per la coppia.

Questa volta, inaspettata all’inizio della stagione e per questo ancora più gradita, la trasferta all’ombra della Certosa ha regalato tanti sorrisi ai tifosi di Eurogymnica ma anche tre ore di gara al cardiopalma, da sconsigliare assolutamente a chi affetto da patologie cardiache.

La gara si annunciava molto difficile e selettiva già  dalla vigilia ed era sufficiente leggere l’elenco delle società  partecipanti ed il curriculum per rendersi conto delle forze scese in campo.

Ad affiancare le pretendenti all’accesso alla fase nazionale, anche tre società  che militano attualmente in Serie A1: Virtus Gallarate, attuale capolista nella massima divisione, Brixia di Brescia (stessa categoria) e Pietro Micca Biella, ammesse alla gara ma non all’eventuale fase finale.

Erano proprio le cugine biellesi, che grazie all’inserimento in squadra di una Sonia Tento non ancora utilizzata in Serie A, interprete di un ottimo esercizio alla fune e ben supportata dalle giovani promesse laniere, si collocavano in cima alla classifica. Colpo di gong che rimbombava in tutto il palazzetto e Totale di 62,700.

Sfilavano altre due formazioni e lo speaker annunciava l’ingresso in pedana di Sonia Vinetti alla fune, che dava inizio alle danze per il nostro sodalizio.

La ginnasta si destreggiava bene con il primo attrezzo lasciando il testimone alla giovane Ylenia Gugliotta al cerchio, meno presente che in passato ma sempre in grado di ottenere un ottimo punteggio, e poi ad una Valentina Tronci in grande e costante miglioramento che eseguiva un esercizio alle clavette di ottima fattura ed esecuzione.

Mancavano ancora due esercizi: cinque – sei minuti di apnea per chi scrive e per il popolo di Eurogymnica.

Il tempo necessario per ammirare Sonia Vinetti alla palla, ottima e collaudata, e per il nastro di Federica Vaccaro, purtroppo un po’ sotto tono e viziato da troppe piccole ma dolorose infrazioni.

L’annuncio del punteggio 61,200 che collocava le torinesi al secondo posto lasciava spazio a considerazioni di tutti i tipi. E mancavano ancora 9 squadre.

Si cominciava con la Ritmica Piemonte che non presentava in pedana, potremmo dire a sorpresa, Carlotta Macario, titolare in regione con la fune, sostituendola con Jessica Foco alla quale seguivano la sorella Sabrina al cerchio e alle clavette e la russa Mishenina alla palla e al nastro. Totale 59,400.

Il passaggio delle padrone di casa della Ginnastica Pavese, con una formazione che puಠcontare su ginnaste convocate in Nazionale junior, era solo una conferma: 67,000 e primo posto che sarebbe rimasto in loro possesso fino al termine.

Cuneoginnastica, in grado più volte in passato di sovvertire le graduatorie regionali, mandava in pedana per prima Marta Bruno, con fune e palla, Giulia Ballotto alle clavette e la rientrante Jessica Pittari, nuovamente in campo dopo l’infortunio di sole due settimana fa, alle clavette e al nastro. Totale 59,600, sufficienti a ribaltare la classifica regionale a scapito della Ritmica Piemonte ma non di Eurogymnica.

Le ultime piemontesi impegnate, le ginnaste della Valentia di Valenza, totalizzavano un 58,075 finale che dava a Sara Guareschi, Eleonora Bocca, Sophie Falsini e Marta Cadregari un dodicesimo posto e la soddisfazione di essersi piazzate subito a ridosso della titolatissima Brixia di Brescia.

La Lombardia era causa di altre, sfinenti palpitazioni con Ginnastica Orobica di Bergamo, capitanata dalla nazionale Daniela Masseroni, che apriva con un 13,875 che prometteva poco di buono ma al quale non seguivano altrettante prestazioni di tale livello da parte delle compagne. Totale 60,425.

A questo punto, il terzo posto utile per la qualificazione era cosa fatta, dovendo assistere, finalmente rilassati (forse), alla performance della Olimpia Senago.

Le campionesse regionali lombarde non si smentivano e si andavano a piazzare alle spalle della Ginnastica Pavese, davanti a Pietro Micca ed Eurogymnica con 64,700.

La tensione calava; i numeri, quelli dei punteggi, e lo speaker (ottimo) che leggeva la classifica, fugavano ogni dubbio: Eurogymnica con Ginnastica Pavese e Olimpia Senago, in finale ai nazionali di Serie B che si svolgeranno a Biella, il 10 e 11 marzo 2007, in concomitanza con la quarta ed ultima prova di Serie A1 e A2, organizzata dalla Lamarmora di Biella a Casalbertrame.

Ad inizio stagione la dirigenza e lo staff tecnico composto da Tiziana Colognese, Marzia Russo ed Elisa Vaccaro avevano come obiettivo primario una decorosa partecipazione al campionato regionale ma prima ancora, la conferma di uno stile “Eurogymnica”, personale e originale.

L’obiettivo è stato ampiamente centrato e questo dovrebbe permettere alle Euroginnaste di presentarsi a Casalbertrame libere da condizionamenti e consapevoli che tutto quello che resta da fare è solo divertirsi. A questo punto ogni risultato pare gratificante e sarà  ben accetto.

COMUNQUE VADA, SARA’ UN SUCCESSO!

Guarda le foto dell’evento