I Prova Serie A2 2009 – A Fabriano vince EG!

EUROGYMNICA Torino vince a Fabriano

SERIE A2: EG C’E’!

E’ la prima volta nella storia del nostro club

Sono le 16,00 di sabato 24 ottobre e presso il palazzetto dello sport G.Guerrieri di Fabriano prende il via l’edizione 2009 del Campionato Nazionale di Serie A2 di ginnastica ritmica.

Per qualcuno, insieme a quello di A1 che si disputa solo qualche ora più tardi, è il più bello del mondo. Certamente la parata di stelle che si appresta a sfilare nei prossimi due mesi sulle pedane italiane non puಠche avvalorare questa opinione.

Le migliori ginnaste italiane e straniere, molte delle quali tra le prime 20 del rank mondiale, si accingono a misurarsi in un confronto sportivo di incredibile spessore tecnico, atletico, spettacolare.

La A2 del 2009 si preannuncia come una competizione dall’esito incerto. Se nella passata edizione la Petrarca Arezzo e la Campionessa Olimpica Eugenia Kanaeva avevano praticamente ipotecato la vittoria e la conseguente promozione in A1 prima ancora dell’inizio del torneo, quest’anno l’equilibrio tra le società  iscritte appare molto più evidente.

Ne trarrà  sicuro beneficio lo spettacolo ma scommettiamo fin da subito sull’altrettanto sicuro logorio delle coronarie dei fans di ogni club impegnato.

Non ci credete? Allora vi invitiamo a dare un’occhiata alla classifica finale di questa prima prova che vede ben “cinque squadre cinque” racchiuse nel giro di soli 0,525 pt.

Dalla sesta alla decima posizione, invece, il distacco è maggiore con un range di quasi sei punti.

Più che una gara di ritmica la situazione ci ha fatto pensare ad una corsa di Moto GP, dove gli spericolati contendenti si alternano al comando superandosi e facendosi superare ripetutamente.

Allora per definire la I Prova di Serie A2 e per dirla come il mitico Guido Meda vulcanico commentatore del Mondiale di Moto GP: EUROGYMNICA TORINO C’E’!!!

Le EGirls vincono la gara.
Seconde le viareggine della Motto
e terze le ginnaste di Nerviano

Sverniciature e sportellate (metaforiche, ovviamente) dunque non sono mancate e come detto lo show è stato da cardiopalma.

Se lo scorso anno, alla prima esperienza in A2 Eurogymnica era riuscita a strappare consensi e risultati, piazzandosi per ben tre gare su quattro sul podio, ieri il team che dopo oltre 20 anni ha riportato Torino fra le grandi della ritmica, vince la gara grazie al punteggio finale di 132,525.

Tiziana Colognese ed Elisa Vaccaro presentano una formazione che il sorteggio colloca nella nona posizione nell’ordine di passaggio e che vede Sara Celoria aprire le danze e portarsi a casa un bel 23,300, miglior punteggio della gara al corpo libero. Per la giovane ginnasta nel giro delle convocazioni per gli europei della primavera 2010 in Germania una prestazione maiuscola di buon auspicio per il futuro.

Sara Celoria

Seconda EGirl impegnata è Daniela Bertolino alla fune, che commette un mezzo passo falso e qualche errore di troppo. Si deve dunque accontentare di un 19,400, punteggio al di sotto delle sue consuete prestazioni. ma che frisulterà  comunque sufficiente a sostenere la causa comune. La solita battagliera Sonia Vinetti invece fa registrare il terzo miglior punteggio al cerchio 23,425, dietro solamente alla russa Daria Kondakova (numero due del mondo) e Andrea Stefanescu ( Fenice di Spoleto). Arriva il momento della palla ed è l’austriaca Caroline Weber, ingaggiata per il secondo anno da EG, a strappare un 23, 575. Si tratta del quarto miglior punteggio di specialità , pari merito con la “Farfalla d’oro” Giulia Galtarossa, tesserata per l’Ardor Padova, retrocessa dalla A1 la scorsa stagione. Un punteggio di tutto rispetto ma che non fa quella differenza che ci si attende da una ginnasta di livello mondiale. Ed è proprio Caro la prima a disperarsi. Concludono la rotazione torinese prima Elisa Vigna Cit, giovanissima debuttante in Serie A, impegnata alle clavette che incassa un ottimo 22,250. Elisa risulta seconda solo a Kristina Ilieva, bulgara della Fenice di Spoleto.

Elisa Vigna Cit

Lo stesso vale per Ylenia Gugliotta che al nastro con 20,575 si deve inchinare solamente alla già  citata russa Daria Kondakova (Udinese).

Fino a quel momento era la forte ed equilibrata formazione di Motto Viareggio a collocarsi in cima alla classifica con 132,475. Le viareggine avevano perಠschierato la bulgara Filipa Simenova su due attrezzi e la stessa strategia era stata adottata dall’A.S. Udinese, con la stupenda Daria Kondakova.

E’ doveroso ricordare che a causa del regolamento federale che quest’anno prevede l’impiego delle ginnaste straniere su un massimo di quattro esercizi nell’arco di tutto il campionato, le società  appena citate si troveranno a poterle utilizzare una volta in meno delle altre società  di qui al termine del torneo.

La competizione era stata aperta dalla Brixia di Brescia (pt. 128,025), società  che non usufruisce di straniera e viene chiusa dalla Nervianese, rappresentativa lombarda che puಠannoverare tra le sue fila la bielorussa Liubou Charkashyna, lo scorso anno in forza alla Pietro Micca di Biella. Anche le ginnaste del Presidente Barzacca danno prova di solidità  e con il punteggio di 132,125 vanno a impensierire le EGirls, terminando al terzo posto.

Sul podio scoppia la felicità  e le Eurogymnaste invitate come sempre dalla voce dell’amico Fabio Gaggioli vanno a sistemarsi sul gradino più alto, consce o forse no, di aver scritto un’altra paginetta importante nella storia del nostro sodalizio.

“Sono davvero felice – dice Tiziana Colognese al termine della gara – ero molto curiosa di verificare il livello di preparazione acquisito in questi mesi. Ci sono squadre molto forti con straniere incredibili ma quest’anno, con la nuova formula, la differenza ancor più della straniera la faranno le ginnaste societarie. E le nostre si stanno preparando bene. Per questo non possiamo che essere molto fiduciosi”.

La matematica ci dice che la salvezze potrebbe arrivare con 50/55 punti e con i primi 25 punti messi in cassaforte, EG ha messo una buona ipoteca sulla permanenza in A2 anche per il prossimo anno. Già  a Desio, tra 15 giorni, sotto gli occhi dei tanti suppoters dell’Onda Blu che promettono di invadere il palazzetto, le EGirls avranno la possibilità  di incrementare il bottino al fine di raggiungere quanto prima quella tranquillità  tanto desiderata.

Classifica finale della I Prova:

1 – Eurogymnica Torino 132.525
2 – Motto Viareggio 132.475
3 – Nervianese 132.125
4 – La Fenice Spoleto 132.000
5 – Udinese 132.000
6 – Brixia Brescia 128.025
7 – Ardor Padova 127.475
8 – Flaminio Roma 126.925
9 – Polimnia Ritmica Romana 126.400
10 – Moderna Legnano 122.475

Classifica a punti dopo la I Prova:

25 A.S.D. EUROGYMNICA TORINO
22 MOTTO VIAREGGIO
20 NERVIANESE
18 LA FENICE SPOLETO
18 UDINESE
14 BRIXIA BRESCIA
12 ARDOR PADOVA
10 FLAMINIO ROMA
8 POLIMNIA RITMICA ROMANA
6 MODERNA LEGNANO

Passano in A1 le prime due e retrocedono in B le ultime tre.

Fabriano, 25 ottobre 2009

SalvaSalva