I Prova Serie A2 – Chieti, 25 ottobre 2008

Prima prova di Serie A2 – Chieti

EUROGYMNICA: GRUPPO SORPRENDENTE!!!

All’esordio le EGirls strappano applausi ed una medaglia di bronzo

Sabato, 25 ottobre 2008

Sono le 15, 20 quando nel cuore del PalaTricalle di Chieti la voce amica di Fabio Gaggioli saluta il pubblico sugli spalti e presenta la I Prova del Campionato Italiano di Serie A, definendolo “il più importante del mondo”.

Ed è difficile non trovarsi d’accordo con “The Voice”, vista la parate di stelle nostrane e straniere pronte a scendere in pedana e a darsi battaglia. Molte di esse si sono fatte ammirare dagli appassionati torinesi durante gli Europei dello scorso giugno oppure durante le ultime Olimpiadi di Pechino.

Qualche nome?

Eugenia Kanaeva, neo campionessa olimpica, Anna Bessonova campionessa del mondo e poi Natalia Godunko, Caroline Weber, Julietta Cantaluppi, Romina Laurito, Federica Febbo, Bulgare, Azere, Israeliane e Slave, oltre ad una schiera di extraterrestri russe mai vista prima e atterate sul suolo teatino con la benedizione della Sig. ra Viner, autentico guru della ritmica mondiale.

Ed è proprio la campionessa olimpica Eugenia Kanaeva che trascina la società  Petrarca Arezzo in cima alla classifica di giornata (clavette 19.075 !!! e fune 18.350) supportatata da altre due stelle di casa nostra, le Nazionali Angelica Savrayuk e Marta Pagnini. Totale: 98.825 punti.

Scontata la vittoria per le aretine, praticamente già  promosse in A1 ancora prima di iniziare il Campionato, al secondo posto si è piazzata la Ginnastica Pavese (92.825 punti), forte della presenza della russa Lina Gnirovskaya e di ben tre nazionali juniores agli Europei di Baku: Alice Galli (15.200 alle clavette), Margherita Zucca (14.750 alla palla) e Paola Franzini (14.825 al cerchio).

Classifica legittima e abbastanza pronosticabile fino a questo punto. Assolutamente non pronosticabili alla vigilia i nomi delle inquiline del terzo gradino del podio: CAROLINE WEBER, SARA CELORIA, SONIA VINETTI, YLENIA GUGLIOTTA e le riserve Daniela Bertolino, Valentina Tronci ed Elisa Vigna Cit.

David Ciaralli, addetto stampa della F.G.I., scrive sul sito federale: “…….Terzo posto a sorpresa per l’Eurogymnica di Torino, una neopromossa, anzi una ripescata, dopo la rinuncia dell’Arcobaleno Prato”. (Leggi tutto – clicca qui!)

Dice il vero l’amico Ciaralli: EG è stata ammessa in A2 solamente a luglio, praticamente un anno e mezzo dopo le altre società  iscritte al Campionato. Per essere competitivi e per onorare l’impegno, il gruppo si è messo a disposizione del coach per modifcare i programmi tecnici, tanto diversi da quelli della Serie B, rinunciando anche alle seppur brevi vacanze.

Una visibilmente soddisfatta Tiziana Colognese, allenatrice delle EGirls, si dice fiera delle sue ginnaste e precisa che l’obiettivo resta il settimo posto, che significherebbe la salvezza.

Il suo pensiero è condiviso in pieno dalla dirigenza che per completare la formazione ha fortemente voluto il tesseramento dell’austriaca Caroline Weber, in grado di calarsi immediatamente nella parte e sedurre ginnaste e supporters di EG con i suoi modi garbati, la sua professionalità , gentilezza e sicurezza in pedana.

Reduce da un viaggio in treno di oltre 15 ore e sbarcata a Pescara in compagnia della sua allenatrice, la bulgara Lucia Egermann, la fuoriclasse di Vienna è stata perfetta, seconda solo alla Kanaeva con la fune (17.400) e ha ottenuto il terzo miglior punteggio con le clavette (15.850) dietro la solita campionessa olimpica e alla connazionale Aleksandra Solovyeva della Nervianese.

Scatenata anche la capitana della squadra, Sonia Vinetti, che si porta a casa un perfetto 15.000 al cerchio ed un 13.275 al nastro, imitata da una determinata Ylenia Gugliotta alla palla (14.725 – difficoltà  6,400).

La rotazione delle torinesi era iniziata con la novità  inserita nei programmi tecnici 2008 dalla Direttrice Tecnica Nazionale, Marina Piazza, che al fine di valorizzare i vivai societari prevede una ginnasta della categoria Allieve o Junior cimentarsi al corpo libero.

Sara Celoria, reduce dalla bella prestazione al Torneo Internazionale di Udine, aprendo la rotazione è automaticamente diventata la prima ginnasta nella storia di Eurogymnica a partecipare alla Serie A.

Elegante e sicura la sua performance, decisamente apprezzata dal pubblico e dalla giuria (15.500).

Il quartetto ha così totalizzato 91,750 e felicità  ed entusiasmo sono diventati incontenibili.

A seguire si sono classificate:

4.Polimnia Ritmica Romana (90.775);
5.Motto Viareggio (90.200);
6.Nervianese (90.125);
7.Flaminio Roma (86.900);
8.Ritmica 2000 Quartu S.Elena (85.275);
9.Estense Putinati Ferrara (85.075);
10.Aurora Fano Urbino (84.975).

La classifica a punti, al termine della prima delle quattro prove in programma è la seguente:

1.Petrarca Arezzo – pt. 25
2.Ginnastica Pavese – pt. 22
3.Eurogymnica Torino – pt. 20
4.Polimnia Ritmica Romana – pt. 18
5.Motto Viareggio – pt. 16
6.Nervianese – pt. 14
7.Flaminio Roma – pt. 12
8.Ritmica 2000 Quartu S.Elena – pt. 10
9.Estense Putinati Ferrara – pt. 8
10.Aurora Fano Urbino – pt. 6

A Desio, l’8 novembre p.v. nella II Prova del Campionato, Colognese, Vaccaro e le EGirls dovranno fare i conti con l’assenza della Weber, impegnata nella finale di Coppa del Mondo a Bratislava.

Un handicap che dovrà  essere colmato con una perfomance che permetta di limitare i danni ed aggiungere alla scorta di punti ottenuti a Chieti quelli sufficienti a presentarsi senza troppi affanni alle ultime due prove ad Arezzo e a Foligno.

Ma sarà  durissima e tenuto conto del valore delle avversarie, probabilmente il verdetto finale verrà  pronunciato proprio in extremis.

I primi obiettivi che la società  di via Viriglio si era posta sono comunque già  stati raggiunti: onorare l’impegno e i colori della Città .