Nazionali di Categoria 2011: le EGirls a segno!

Due finaliste ai Nazionali di Parma 2011

SARA CELORIA ed ELISA VIGNA CIT:

DUE EGIRLS DI CATEGORIA

Parma, 3 aprile 2011

Una due giorni impegnativa quella del Campionato Italiano di Categoria 2011.

Con tutte le migliori ginnaste italiane in pedana non potrebbe essere diversamente ma anche dal punto di vista dei tempi e dei ritmi dettati dal programma certamente non si puಠdire che la competizione scorra via leggiadra.

Nonostante l’impegno degli amici dell’Inzani, ottimi padroni di casa, pare prioprio che la nostra disciplina non riesca ad agghindarsi in modo da attirare e da circuire quei volenterosi spettatori che anche a Parma non erano certo un’orda incontenibile.

Non abbiamo competenza sufficiente nè adeguata per poter consigliare a chi governa il nostro piccolo cosmo soluzioni risolutorie.

Al massimo potremmo dare il nostro parere, costruito pezzo dopo pezzo con l’esperienza ed il lavoro sul campo.

Di certo abbiamo che all’uscita del Palasport dopo decine di ore passate a giudicare, ad allenare, a provare, a tifare, ad allestire e via di questo passo, gli sguardi provati e ormai quasi spenti di tutti, non possono che trasfigurare in un’espressione di speranza… che sia l’ultima volta.

Con le due BluEGirls fra le Junior di II Fascia, la sorte questa volta ci ha dato una mano, concentrando la nostra presenza in una sola giornata, quella di domenica 3 aprile.

Bonus inaspettato: la gara che ci riguardava iniziava dopo le Allieve di I Fascia, in pedana alle 8,30 di mattina con levataccia militare almeno alle 6,00.

La gara delle Juniores II Fascia era quella conclusiva e forse una delle più belle, tanto che gli spalti registravano il maggior numero di presenze. Nessuno resterà  deluso alla fine, specialmente se imparziale e amante dello sport in generale.

Per qualche trombone fuori tempo e fuori luogo ovviamente non mancheranno le opportunità  per recriminare. Ma si sa, la mamma del paparino geloso è sempre incinta.

L’elenco dei nomi delle iscritte fa godere gli amanti della ritmica e bastano pochi minuti per vedere gli occhi degli appassionati luccicare come quelli dei bimbi davanti ai negozi di giocattoli.

In lista d’attesa per il titolo, sinceramente, non è che ci siano tante ginnaste e la più accreditata a vestire il tricolore, proprio a Parma e proprio nell’anno delle celebrazioni del Centocinquantenario, risulterà  ancora una volta la teatina Chiara Di Battista.

Fin dal primo attrezzo, il nastro, Chiara praticamente mette il sigillo alla competizione. Anche se mancano ancora tre attrezzi e qualcuno si attacca ad un filo di speranza pronunciando frasi popularfilosifiche del tipo “Tutto puಠsuccedere” o La gara è gara”, oggi “La gara” si chiama Chiara Di Battista.

Anche lei sembra pronunciare una frase molto utilizzata: “Grazie, vi faremo sapere”. E le validissime avversarie sfilano prima e dopo di lei come ad un casting per ballerine di seconda fila. Sì perchè il cigno nero… o bianco … purchè non bianconero, è lei.

Alla fine delle ostilità  Di Battista rifilerà  quasi 4 punti, uno per attrezzo, alla seconda classificata, la stella nascente Giulia Di Luca, seconda davanti ad una scontenta, almeno apparentemente, Giulia Pala.

Difficile comunque trovare un’atleta non meritevole di questa finale, almeno fra le prime 15 o 20 ginnaste classificate.

Bella soddifazione dunque poterne annoverare persino due fra le prime 10, anzi fra le prime 9. In un derby con Elisa Vigna Cit, tutto targato EG, Sara Celoria terminerà  ottava con 87,825 nonostante un malessere occorso proprio pochi secondi prima di imbracciare il primo atterezzo ed obbligata dal medico di gara a ritardarne l’entrata in pedana previo controlli vari.

La palla risulterà  il miglior esercizio della Campionessa Regionale in carica e forse questa soddisfacente prestazione è il motivo per la fresca, ennesima convocazione nei gruppi B.

Per soli 0,150 pt Sara riesce a rintuzzare gli attacchi di Elisa che terminerà  nona con 87,675. Anche per Ely il miglior attrezzo sarà  la palla e questa finale risulterà  per lei la quarta negli ultimi quattro anni.

Archiviata la pratica Categoria, le due EuroGymnaste si tuffano nell’esperienza della gara d’Insieme Open, specialità  che portಠbene nel 2007 e che le vide primeggiare nella gara destinata alla Giovanile.

Prima prova il 30 aprile a Boves (CN).