Serie A1 2011: a Pavia le EGirls recuperano

II Prova Campionato Italiano di Serie A1

LE EGIRLS RIAGGANCIANO IL TRENO SALVEZZA

Buon notizie dal Pala Ravizza di Pavia.

Reagiscono bene le EGirls dopo la partenza in salita di Fabriano ed approfittano della seconda prova del campionato per ridurre il distacco dalle avversarie che le precedono.

Note positive e sorrisi per il duo Colognese – Vaccaro, tecniche concentrate per due settimane ad escogitare la migliore strategia possibile in un quadro generale quanto mai complesso come quello della Serie A1 di quest’anno.

Si parte con l’esordio positivo nella massima serie della matricola Alma Cauzer (classe 1999) impegnata al corpo libero, esercizio costruito per mettere in risalto le doti fisiche della giovane eurogymnasta che già  si era messa in luce nelle due prove del campionato di serie B regionale.

La scommessa risulta azzeccata dal momento che Alma, elegante e concentrata, viene premiata con un buon 22,200 che la posiziona davanti alle dirette avversarie in lotta per la salvezza.

La rotazione è poi proseguita con Elisa Vigna Cit impegnata da giovane veterana su due attrezzi, la fune (21,700) e la palla (23,150). Attrezzo questo che ha inaugurato una serie di 23 replicato da Sara Celoria alle clavette (23,150), ancora protagonista di una buona prestazione.

Fa piacere ed inorgoglisce constatare che le due belle atlete classe ’96, nonostante la giovane età  calcano il palcoscenico della A da ormai 4 anni.

Cap. Sonia Vinetti recuperata dopo la prova opaca di Fabriano, ritrova determinazione e applausi seppur chiamata ad arginare l’attacco delle tante straniere e nazionali impegnate al cerchio (23,375).

Austriaca di passaporto ma ormai torinese di adozione, Caro Weber al nastro si aggiudica il punteggio di 26,900 alle spalle della legittima padrona della specialità , l’ukraina Maksymenko.

I 7 punti regalati alla causa dalla Weber avrebbero potuto essere anche di più ma pare proprio che nell’edizione del campionato di A1 che precede i Giochi Olimpici, gli antagonismi con le migliori ginnaste tricolori proprio non la favoriscano… That’s sport!

Ciಠnonostante, EG supera la Nervianese nella classifica finale riducendo a tre punti il gap ancora da colmare e lasciando apertissima la lotta per non retrocedere, a patto di conservare la concentrazione di queste ultime settimane.

In difficolt pare invece la Pool Comense la cui situazione si fa se non grave almeno compromessa.

Infine, continua la lotteria dei punteggi speciali che all’origine avrebbero dovuto garantire maggior suspance riducendo il divario tra i club.

Supposto che le gerarchie di classifica alla fine del torneo verranno probabilmente rispettate, resta il fatto che questo sistema spinge le allenatrici a nascondere le formazioni fino all’ultimo momento e a scatenare ridicole quanto anti sportive tattiche per sviare gli avversari.

All’insegna del fair play e della sportività  la gara andrebbe fatta, mettendo in campo le proprie capacità  e non sulle scelte o sui limiti dell’avversario.

Ovviamente a nostro modesto parere. Modesto quanto ininfluente o addirittura irrilevante. That’s sport?

Prossimo turno tra 15 giorni a Biella per la III prova organizzata dalla Pietro Micca. Il sogno continua: l’Onda Blu non puಠmancare!

Torino, 06 novembre 2011

SOCIETà€
I
Prova
II
Prova
Totale
ARMONIA D’ABRUZZO
52
52
104
AURORA FANO
38
49
87
SAN GIORGIO 79 DESIO
50
35
85
GINNASTICA FABRIANO
41
40
81
VIRTUS GALLARATE
36
44
80
RITMICA PIEM0NTE
28
26
54
BRIXIA BRESCIA
24
27
51
NERVIANESE NERVIANO
25
23
48
EUROGYMNICA TORINO
19
26
45
COMENSE 1872 COMO
17
8
25