INTERREGIONALI DI CATEGORIA 2013

LETIZIA ALBERTI
E’ CAMPIONESSA INTERREGIONALE DI CATEGORIA 2013

Si qualificano anche Eleonora Ressia e Selene Osti

Pala Ravizza di Pavia, una struttura che in passato ha più volte ospitato le EGirls e testimoniato le loro piccole, grandi imprese.
Anche lo scorso w.e. lo spazioso impianto sportivo è stato spettatore insieme all’Onda Blu dei bei risultati che le EGirls hanno regalato ai propri sostenitori.

Su tutti spicca quello prestigioso dell’elegante Letizia Alberti che ha sbaragliato la tanta ed accreditata concorrenza, imponendosi tra le Juniores di I Fascia dopo essersi già laureata campionessa regionale alcune settimane fa a Caraglio (CN).
Letizia ha condotto una gara esemplare, miscelando sapientemente l’utilizzo degli attrezzi con la grazia che la contraddistingue e palesando una certa superiorità che ci permettiamo di evidenziare.
Perfettamente padrona della situazione, almeno in apparenza, durante l’arco di tutta la lunga gara l’eurogymnasta ha saputo controllare l’emozione e gestire lo stress, strappando punteggi molto gratificanti e senza concedere la possibilità di farsi penalizzare, nonostante l’innegabile presenza in giuria di rappresentanti di ginnaste avversarie, impegnate in gara e direttamente interessate all’esito della competizione. Anomalia imbarazzante che si somma ad altre già radicate e fastidiose nel nostro mondo, quello ginnico ma non solo e che trova a sostenerla come ultima, traballante pietra angolare la motivazione delle sempre più scarse economie a disposizione di chi governa.

Letizia, per fortuna!
Dopo tre attrezzi (palla 12,10 – clavette 12,00 – nastro 11,95) si è presentata già in testa per l’esecuzione finale con il cerchio (12,45 miglior pnteggio di specialità) con ben tre punti di vantaggio sulle avversarie e senza titubanze ha inflitto l’ultima stoccata, lasciandole tutte a debita distanza.
48,50 pt totali, tre più della seconda classificata, Chiara Manasia, un distacco ragguardevole per uno sport dove si vince per pochi decimi e che palesa la superiorità della raggiante campioncina.

Con il suo primo posto la ginnasta di Eurogymnica è stata l’unica piemontese a salire sul gradino più alto del podio nelle 5 categorie previste nei due giorni di gara: un’ulteriore soddisfazione per il nostro staff.
Molto bene anche Annika Sereno, ottava con 42,20 ottima soprattutto al nastro e alla palla, un po’ meno alle clavette con le quali ha aperto le rotazioni e poi in finale al cerchio. La strada è quella giusta e bisogna coltivare l’entusiasmo.

Ma EG è andata oltre conquistando altre due prestigiosi passaggi ai nazionali di Foligno che si disputeranno il 13 e 14 aprile 2013.
La giovane Eleonora Ressia (classe 2002), campionessa regionale in carica, si è piazzata al quinto posto, dietro a Nicole Piredda (Nervianese e a tre ginnaste di Desio) staccando l’ultimo biglietto utile per la finale italiana a disposizione tra le Allieve di II fascia, dopo un’appassionate performance che ha messo in luce, a questo punto anche fuori regione, tutto il talento e l’originalità della rossa moncalierese. 44,00 netti il suo punteggio finale (Corpo libero 11,40 – Cerchio 10,90 – Nastro 10,50 ed 11,20 in finale con le clavette).

Una scalata nel rank nostrano che si riscontra facilmente confrontando le classifiche dello scorso anno e quelle di questi ultimi mesi e gli occhi di tanti appassionati e addetti ai lavori puntati sulla pedana ad ogni suo passaggio.

Proprio al termine della due giorni di gara, è arrivato l’ennesimo regalo per Eurogymica, una sorpresa.

A regalarla all’Onda Blu è stata Selene Osti, classe 1998, ex Concordia, col suo quinto posto ha anch’essa raggiunto l’obiettivo dei nazionali fra le Juniores di II fascia, alle spalle delle fortissime ginnaste lombarde. Termina la gara con un 45,10 (Palla 11,80 – Clavette 11,35 – Nastro 10,95 e Cerchio 11,00).
Se ognuna delle ginnaste che scendono in pedana ha dei punti di forza, quello che si è notato di Sele ieri è stata la costanza. Costanza di rendimento su tutti gli attrezzi e costanza nella concentrazione da conservare come una fiammella nella tempesta di emozioni che si scatenano nella testa e nell’anima di una ginnasta lungo 3 ore di gara. Non deve essere per nulla facile.
Della chivassese è bene segnalare anche la sensibile e ancora una volta costante crescita dalla prima prova regionale alla gara di Pavia.
Aldilà del motivante titolo conquistato e alle qualificazioni strappate, sono stati tanti i motivi di soddisfazione per il nostro sodalizio.
A partire dal quarto posto e conseguente conferma di Gaia Garoffolo pt. 28,900 tra le Allieve di I Fascia che a Foligno non ci sarà ma che non per questo cancella le belle cose mostrate negli ultimi mesi.
Lo stesso vale per la sorpresina Carolina Savoia pt. 28,300, in rimonta dai regionali a ieri e capace di piazzarsi sesta.
Ludovica Tontodonati pt. 27,850 termina nona e Michelle Carpanzano con pt. 24,650 diciasettesima ma si tratta davvero delle prime esperienze. Un quartetto giovane e di belle speranze del quale sentiremo ancora parlare.
Così come sentiremo parlare di un terzetto che tra le Allieve di II Fascia ieri ha avuto degli alti e bassi. Nella categoria di Eleonora, Giulia Beltramo sfiora la finale mentre Camilla Cagnetti e Giada Albertone con la sola partecipazione all’interregionale avevano già centrato l’obiettivo stagionale.
Infine il gruppo quadrato delle Juniores di II Fascia.
Campionessa regionale in carica, Martina Impallaria arriva in finale con l’ultimo attrezzo in lieve ritardo sulla concorrenza ma con speranze ancora intatte. Un cerchio non perfetto la relega al nono posto rimandando la gioia dell’ammissione ai nazionali al prossimo anno ma confermando le potenzialità della ginnasta.
Più amaro l’epilogo per Angelica Troncone invece, che a fronte di un cerchio perfetto che aveva illuso gli spalti viene giudicata in modo incomprensibile dalla giuria che è comunque corretto non criticare seppur difficile. Il suo esercizio preciso, grintoso e accattivante non raccimola che 10,70 pt. lasciandola fuori dai giochi per soli 0,60 pt. Ottava…

Positivo esordio per Cristiana Berruti, la ginnasta di belle speranze al rientro dopo lo stop durato un anno, partita con una certa tensione ma via via capace di recuperare, qualificarsi per la finale al cerchio e classificarsi infine undicesima, due posizioni più avanti di Francesca Sodano.

Fra tutte rappresentano un gruppo solido di ginnaste motivate, che abbiamo potuto ammirare per due giorni e che aldilà di differenti fortune danno garanzie certe, pronte a raccogliere le sfide del futuro.

Intanto si apre un periodo d’intense attività associative, non solo agonistiche ma anche organizzative.
Si parte con il Campionato Regionale A.I.C.S. che si terrà a Candelo il 16 marzo a partire dalle ore 10,00 e curato dalla sezione biellese dell’Onda Blu.
Si prosegue domenica 17 marzo con l’organizzazione della Finale di Serie C a Torino, presso il palasport Moncrivello di via Moncrivello 8 e si va avanti con la grande festa del bilaterale Italia – Svizzera in programma il 27 marzo al Ruffini di Torino, dove sarà possibile assistere ai nuovi esercizi delle Farfalle della nazionale italiana bronzo a Londra 2012 e in rodaggio prima delle importanti competizioni internazionali.
Tra loro anche una nuova stella, Sara Celoria, 16 anni, guarda caso tesserata per Eurogymnica Torino. Venite a festeggiarla…

Per la classifica_gara interr categoria pavia