INSIEME E ASSOLUTI 2013

Ad Arezzo le Open sfiorano la finale

EUROGYMNICA NEL TEMPIO DELLA RITMICA

Il campionato Nazionale Assoluto di ginnastica ritmica è tornato per la seconda volta ad Arezzo a distanza di 6 anni.
75 Squadre, 375 ginnaste.
Le Giovanili impegnate con i 5 cerchi, le Open con le tre palle e i due nastri.
In giuria superiore, presieduta da Daniela Delle Chiaie, membro del Comitato Tecnico FIG, la prof. Marina Piazza, Direttrice Tecnica Nazionale ed Isabella Zunino Reggio, referente Giuria Nazionale GR.
Nel padiglione di Arezzo Fiere e Congressi, location presso la quale giovani EGirls di belle speranze conquistarono nel 2007 il Titolo Italiano di Insieme Giovanile, dando inizio ad un ciclo che da lì a poco avrebbe portato le componenti di quel gruppo a conquistare qualcosa come 16 allori nazionali.
Eleonora Ressia, Annika Sereno, Francesca Sodano, Alessia Zacchè, Selene Osti e Virginia Thellung, eredi di quelle eccellenti ginnaste, non sono riuscite a emularle, sebbene i presupposti ci fossero tutti.
Infatti, nonostante una prova sottotono e i troppi errori, il punteggio della squadra le ha tenute fino all’ultimo in gioco per disputare la finale. Nelle ultime battute ci si è dovuti accontentare di un dodicesimo posto che avrebbe accontentato molti ma che ha lasciato l’amaro in bocca alle campionesse regionale e alle allenatrici.
A conquistare l’oro sono state invece le ginnaste della Virtus Gallarate, decisamente sopra le altre col totale di 15.250, davanti all’Aurora Fano, ferma a 14.400. Terzo posto per le ginnaste dell’Etruria Prato con 14.150.

Oltre le aspettative invece la Squadra Open, capitanata dall’unica superstite del 2007, Daniela Bertolino, che insieme a Ilaria Billò, Silvia Marchese, Allegra Cutrona e Giorgia Bello si sono piazzate decime, con un esercizio senza perdite, piacevole e divertente che ha permesso anche di ribaltare la classifica regionale dove le biellesi della La Marmora avevano primeggiato.
Ha vinto il campionato la Fenice di Spoleto con 14.450, davanti alle specialiste di Flaminio Roma e all’ Estense Putinati con 13.700 punti.

In pedana, durante la competizione, anche le ginnaste di Emanuela Maccarani, di ritorno da Pesaro e con tre nuove medaglie d`oro al collo.

Tra le dieci Farfalle, l’Onda Blu ha potuto ammirare e sostenere domenica 9 giugno, anche Sara Celoria, l’EGirl impegnata successivamente nel Campionato Assoluto con le clavette, prestigioso traguardo per le atlete facenti parte la Squadra nazionale oltre che alle affermate campionesse del panorama nazionale.

Sempre il 9 giugno si è tenuto  il Criterium Giovanile, una sorta di Assoluto dedicato alle speranze della ritmica italiana di domani tra le quali abbiamo potuto annoverare anche il virgulto biancoblu Letizia Alberti, Junior di I Fascia, che ha tentato di opporre resistenza al dominio di Sara Branciamore della Brixia prima davanti a Valeria Pysmenna (Armonia Chieti) e Valeria Pomponi (Lazio Ginnastica Flaminio).

Al quarto posto proprio la nostra Letizia che avrebbe probabilmente potuto ambire al bronzo ma che è parsa ancora un po’ fallosa e non sufficientemente concentrata nei momenti topici. Tutto fa esperienza e per certo una competizione come questa ne fa tanta.

Letizia ha poi ricevuto la lieta novella della convocaione estiva nei Gruppi C nazionali al pari di Eleonora Ressia e Annika Sereno, convocazioni che suggellano una prima parte di stagione molto gratificante per EG, in special modo per ginnaste e tecniche.