INTERREGIONALI DI SERIE B 2013: LE EGIRLS SALUTANO…

BENE EUROGYMNICA A CASTELLANZA

In pedana con l’ennesima formazione differente, Eurogymnica esce bene dall’impegnativa fase interregionale del Campionato di Serie B organizzato dalla Moderna Legnano presso il palaBorsani di Castellanza.

Le EGirls al termine di una prestazione senza squilli e senza grandi macchie, si piazza undicesima, nella parte sinistra della classifica che vedeva ai nastri di partenza 25 squadre provenienti dal settore Nord Ovest (Piemonte – Valle d’Aosta, Liguria e Lombardia).


Come sempre parliamo di uno dei concentramenti più ostici in Italia, con tante realtà fortemente competitive e che esprime una ritmica di alto livello come pochi nella penisola; eppure resta condannata a regalare solo tre biglietti per la trasferta di Fabriano, quella finale nazionale che permetterà a tre club su 15 di accedere alla tanto agognata Serie A2.
In questo modo squadre davvero forti restano a casa rimandando il sogno al prossimo anno, mentre mediocri formazioni di altre regioni, sicuramente meno adeguate e competitive, finiscono a disputare una super selettiva gara nazionale che le relegherà come da copione nelle ultime posizioni.

Un film ormai visto da tanti anni, riproposto anche a Castellanza e che aumenta le frustrazioni di chi le carte in regola per giocarsi una posta più importante le avrebbe eccome.

Ne hanno fatto le spese questa volta le padrone di casa, tra le favorite alla vigilia, finite ai piedi del podio e superate in primis dalla Ginnastica Pavese, oro con un 85,100 che non ha bisogno di commenti e al cui successo contribuisce drasticamente Arianna Malavasi in prestito da S. Giorgio Desio, autrice di due esercizi che le valgono altrettanti quindici: cerchio 15,50 e nastro 15,00 …
Due fulmini che abbagliano come avvertimento al gotha della ritmica nazionale e non solo.

Alle loro spalle, ad entusiasmare il pubblico ed interrompere l’egemonia lombarda, le genovesi di Auxilium con 83,20 ed infine le Coccinelle, porta fortuna di se stesse, terze con 78,90.

A testimonianza della difficoltà del campionato ma anche del nostro sistema regionale, potrebbe essere indicativo rilevare che la prima delle società piemontesi, la La Marmora di Biella, si piazza al quinto posto ma con un gap enorme, di quasi 12 punti dalle vincitrici e di oltre 5 dal podio.
Le biellesi già campionesse regionali non vanno oltre un 73,15 che dagli spalti pare un po’ stretto per Dimitrova e compagne.

Bella rimontina delle cuneesi che si piazzano all’ottavo posto con 69,50 confermando la crescita in atto e delle Praetoriane di Aosta, decime con 68,25 e con la nostra Noemi Reale impegnata alla palla (10,60) e al nastro (10,65).

La sua prima esperienza in Serie B è senz’altro da etichettare come positiva.

E’ andata oltre Allegra Cutrona, in prestito alla Concordia di Chivasso, club al quale la stellina biancoblu ha regalato un lussuoso 12,70 al cerchio (quinto punteggio di specialità) e un 12,05 alle clavette. Sarà divertente vederla, forse matura, impegnata nelle competizioni individuali del prossimo anno.

Le EGirls, undicesime con 68,20 restano comunque la prima tra le società piemontesi con squadra in Serie A, a testimonianza di un vivaio ricco e preparato. Sono tante infatti le ginnaste che hanno ruotato sulle tre tappe di Serie B (quelle impiegate in A non possono partecipare al campionato di B), tutte in grado di dare una buona impressione a giurie e pubblico.

Ad iniziare da Giulia Beltramo, rock ‘n’ roller che al corpo libero ha guadagnato un 11,75 di tutto rispetto.

Il miglior punteggio di squadra è andato alla campionessa italiana al nastro, Giada Lideo (12,40) ed hanno dignitosamente completato la rotazione Alessia Zacchè alla fune (10,75), Ilaria Billò al cerchio (10,75), Anna Pellegrini alla palla (11,60) e Cristiana Berruti alle clavette (10,95).

Per qualcuno la gara di ieri è coincisa con la fine della stagione 2013, che al netto di amichevoli, saggi, ed esibizioni in programma di qui alla fine dell’anno, riprenderà con le gare individuali da gennaio 2014.

Ma per la comunità blu le sofferenze ginniche non sono ancora esaurite, anzi.

Appuntamento clou sabato prossimo nel temutissimo “quarto cerchio” quello dei “ritmici” e quello di Fabriano, dopo Desio, Arezzo e Torino.

Le nostre eroine si giocano la permanenza in A2 in una drammatica competizione che impietosamente definirà chi resta e chi va; con una situazione di classifica abbastanza favorevole e una discreta dote di punti, le EuroGymnaste si presentano al cospetto di una tavolata di minossiane quanto irreprensibili giudici, in attesa che venga sancito il verdetto definitivo: paradiso o inferno, dopo due ore di purgatorio con inizio alle 15,30 e oltre il quale non varrà più la pena arrovellarsi per quanto eventualmente sperperato.

La Classifica di Castellanza

PAVESE 85.400
AUXILIUM 83.200
LA COCCINELLA 78.750
MODERNA LEGNANO 75.750
LA MARMORA 73.150
VIRTUS 70.500
NERVIANESE 69.750
CUNEO 69.500
RHO CORNARENO 68.700
AUGUSTA PRAETORIA 68.250
EUROGYMNICA TORINO 68.200
ETOILE 66.500
LIXIO 66.200
SG TORINO 64.850
GINNASTICA ALBA 64.500
VALENTIA 64.450
RITMICA VCO 63.750
GINN. LIGURE ALBENGA 63.350
CONCORDIA 62.800
SOC RAPALLO 60.800
SOC MARGHETITA PRA’ 56.900
RIBOLI 56.800
AOSTA 52.700
RECCO 49.800
NIZZA 48.650