INTERR. DI CATEGORIA 2014: LE EGIRLS PRENDONO IL TRENO PER ANDRIA

EUROGYMNICA n. 1 PIEMONTESE A CANDELO

SONO 3 LE EGIRLS PROMOSSE AI NAZIONALI DI CATEGORIA 2014

 

3 su 4, oppure se preferite il 75% delle ginnaste piemontesi che avranno onere ed onore di rappresentare il Piemonte nei prossimi campionati italiani di Categoria indossano la casacca biancoblu di Eurogymnica Torino.

La nostra regione affida dunque a tre giovani EGirls e all’esperta Svetoslava Dimitrova della La Marmora di Biella l’arduo, perché tale è, compito di dimostrare che qualcosa di valido è rimasto in quel territorio che ha dato i natali allo sport dei piccoli attrezzi.

Raggiungono l’obiettivo dei podi e delle qualificazioni le atlete e le tecniche di EG ma il successo di pubblico e i grandi apprezzamenti da parte degli addetti ai lavori per lo staff di EG, l’Onda Blu, capace di creare un vero e proprio evento in onore delle donne prima ancora che delle ginnaste, al palasport di Candelo (BI), rendono il w.e. di fatiche leggero e spensierato. E sì che qualcuno ci aveva provato a rovinare invano la festa…

Tante le autorità presenti, a partire dal Sindaco Giovanni Chilà e dall’Assessore allo sport del Comune di Candelo Laura Leoncini, il Delegto Provinciale del CONI di Biella Gianluca Bernardini, Il Presidente del Comitato Piemonte e Valle d’Aosta della FGI Angelo Buzio, il Presidente onorario Matildio Paccotti e il Consigliere Teresa Citro, la delegata provinciale Donatella Eterno. Persino una delegazione dei Carabinieri.

In un campionato interregionale dominato (sai che novità!) dalla Lombardia, sono ancora le EGirls, già in grande spolvero nella prima parte della stagione, a tenerne il passo e ad impensierire le più talentuose atlete liguri e lombarde.
Ritrova il ritmo la locomotiva Eleonora Ressia tra le Junior di I Fascia, campionessa regionale in carica allenata da Tiziana Colognese e Elisa Vaccaro che centra l’obiettivo vincendo l’argento e restando fino all’ultimo attrezzo agganciata al treno dell’oro.

In un emozionante testa a testa con Alice Intini della Kinesis la rossa totalizza 50,800 dopo quattro attrezzi, seconda a soli 0,40 pt di distacco. Certamente solo una piccola imperfezione, una scheggia, ma sufficiente in una gara come questa a scolpire la classifica, dove il livello delle ginnaste è davvero eccellente.

Tra le Allieve è invece la giovane Ludovica Tontodonati a disputare un’ottima gara e a piazzarsi al terzo posto con 33,00 netti, dietro ad Anna Negrini 33,75 de La Coccinella e Chiara Basso 33,65 della Kinesis e stabilendo un piccolo primato: è la prima EGirl della storia a qualificarsi per i Nazionali tra le Allieve di I Fascia.

Se nella categoria di Ele i quattro posti sul treno che porta ad Andria non erano comodi, si può dire che in I Fascia si sia viaggiato accalcati e in piedi, con quattro piccoli virgulti intenti a sgomitare nello spazio di 1,5 punti.

Ludovica timbra il biglietto per la Puglia grazie ad un’inaspettata capacità di gestire il lato psicologico. Naturale o indotta? Lo vedremo in futuro.

Sicuramente coach Sonia Landolina, per nulla intenzionata a lasciarsi sfuggire l’occasione di scrivere una nuova riga sul librone di bordo, deve aver tenuto alta l’attenzione, vigilando sulle possibili distrazioni in agguato durante un viaggio così lungo, come una governante farebbe con la protetta, un po’ Rottermeier e un po’ Mary Poppins.

Senza medaglia ma con un buon credito di esperienza, si fa notare la giovanissima Stefania Straniero, classe 2005 che in questa stessa categoria si è piazzata ottava con 30,55;

Colpo di reni, falcata lunga e disinvolta, salta sul predellino del treno della felicità anche Letizia Alberti, bronzo ai Nazionali lo scorso anno e al primo anno tra le Junior di II Fascia.

Capace anch’essa di dominare l’emozione e soprattutto di mantenere la concentrazione, commette poche leggerezze e mette a frutto gli insegnamenti di Tatiana Shpilevaya, che sommati alle doti personali la collocano tra le cinque elette alla fase finale. Volano davanti a lei una trasformata Denise Perracca prima con 55,80 e la torinese, ligure d’adozione e lombarda di domicilio, Carlotta Violante seconda con 53,50.

Alle loro spalle duelli interessanti, con Letizia quinta con 50,75 a battersi con Francesca Majer e Camilla Rivolta. Manco a dirlo, Leti è la prima extra lombarda in classifica come Ele e Ludo prima di lei nelle rispettive categorie. Dietro a Letizia, Cristiana Berruti dodicesima.

Tontodonati, Ressia, Alberti: queste tre ginnaste sono dunque promosse alla prestigiosa fase finale nazionale che si disputerà a Giovinazzo il 5 e 6 aprile 2014 mentre non si sono qualificate per un soffio le seniores Selene Osti, prima esclusa, e Martina Impallaria settima.

Stessa sorte tra le Allieve II Fascia è toccata alla nostra Giulia Beltramo, nona, con le otto posizioni precedenti tutte impietosamente occupate da ginnaste lombarde. Una buona gara, di carattere ma non perfetta, cosa necessaria contro avversarie di quel calibro. A ruota Camilla Cagnetti dodicesima, Giada Albertone tredicesima e Gaia Garoffolo diciottessima, comunque le meglio piazzate tra tutte le piemontesi.
Neppure il tempo di riflettere su quanto accaduto in quelle intensissime 48 ore di viaggio e già si riparte.

EG continua la sua intensissima attività organizzando al palasport Moncrivello a Torino, sabato 15 marzo, le qualificazioni al IV Torneo Internazionale in programma il 3 e 4 maggio.

Mentre nella giornata di domenica, sempre al Moncrivello di via Moncrivello 8 fa scalo  una vecchia quanto cara amica di EG, Elisa Blanchi, la tre volte campionessa del mondo con le Farfalle Azzurre, argento ad Atene e bronzo a Londra, per dirigere uno stage di perfezionamento.

La Farfalla per eccellenza porterà in Barriera un po’ di esperienza e di sorrisi a partire dalle 9,oo e per tutta la giornata.

Classifica Interr. Cat. zona NO 2014

 

SalvaSalva