EG SUPER AD AREZZO: LA A2 E’ COSA FATTA.

Le EGirls raggiungono la salvezza ad Arezzo

MISSIONE COMPIUTA!

Eurogymnica Torino conquista un altro anno di A2

C’è una sola società piemontese al top della ritmica italiana: l’EUROGYMNICA TORINO.

La società di “Barriera” conferma la leadership andando a conquistare una stupenda salvezza ad Arezzo nella quarta ed ultima tappa del Campionato di Serie A2 – 2014.

Sabato scorso, 29 novembre 2014, le EGirls si sono superate andando a completare un percorso arduo ed in salita, iniziato tra le difficoltà due mesi fa.

Di prova in prova la squadra ha reagito crescendo con costanza e risalendo la classifica fino a superare sul filo di lana le altre due pretendenti, grazie al sesto posto di giornata con 81,000 punti netti.

Obbligate a battere Pavia che fino a quel momento occupava la stessa posizione in classifica e soprattutto Aurora Fano, da raggiungere e superare con uno scarto di almeno quattro punti, le EGirls, scese in pedana per settime, lo hanno fatto conoscendo già il risultato delle avversarie ed hanno dovuto mettere in campo tutto il sangue freddo e il desiderio di farcela per spuntarla.

Ha aperto come sempre ELEONORA RESSIA (corpo libero) 12,750 seguita ancora una volta da REBECCA DI SIENA (fune) 13,350; due certezze alle quali le allenatrici non hanno voluto rinunciare. I piani però erano stati scombussolati alla vigilia dal forfait di Martina Impallaria, influenzata e obbligata a gettare la spugna. Ecco che allora, proprio come succede nel calcio, la panchina lunga ha fatto la differenza, dando allo staff la possibilità di scegliere immediatamente l’alternativa. Scelta caduta su SELENE OSTI (cerchio) 12,200 ormai ginnasta di esperienza, subito concentrata e pronta ad accorrere in aiuto delle compagne per centrare l’obiettivo. Molto bene questa volta LETIZIA ALBERTI (palla) 13,200 così come CARLOTTA PELISSIER (clavette) 13,100 praticamente perfetta.

A chiudere la rotazione più snervante degli ultimi anni era chiamata in pedana VARVARA FILIOU al nastro. Un esercizio a lei congeniale, coinvolgente come tutte le sue performance, macchiato solo da una piccolissima sbavatura alla quale la fuoriclasse ellenica ha reagito come si confà ad una stella del suo splendore, abituata a calpestare palcoscenici ben più importanti. Un finale di esercizio strepitoso lasciava intuire un possibile punteggio di rilievo ma le esperienze delle gare precedenti e il testa a testa con le altre formazioni inducevano a grande prudenza.

L’esplosione di gioia tra le ginnaste e la rappresentanza dei tifosi dell‘Onda Blu arrivati da Torino per sostenere la squadra, è coinciso con l’istante in cui il tabellone ha segnalato il punteggio di Varvara (nastro) 16,400. La greca ha dunque fatto registrare il miglior punteggio di specialità, come accaduto a Desio, che ha sancito ufficialmente il sorpasso ai danni della Gymnica ’96 ferma a 80,900 e la conquista dei quattro punti necessari a battere anche le marchigiane di Fano (79,450). Salvezza certa per 0,10 pt.

La classifica a punti speciali è così cambiata assumendo la fisionomia definitiva con EG a 50 punti, Aurora Fano a 48, Pavia a 44 e le torinesi di Ritmica Piemonte  a 12 punti.

Vince il Campionato l’Udinese che sale in A1 insieme alla seconda, l’Ardor Padova mentre nella finale nazionale del campionato di B disputatasi il giorno successivo, la Valenza termina al quinto posto e rimanda al prossimo anno il sogno di agguantare la A2.

Eurogymnica resta così da sola a rappresentare Torino e il Piemonte nella ritmica che conta: una responsabilità da onorare nel 2015 nell’ottavo anno consecutivo di Serie A (5 in A2 e 3 in A1).

In conclusione i dovuti ringraziamenti a tutte le protagoniste di questo thriller durato più di due mesi, tutte in grado di dare il loro apporto:

VARVARA FILIOU, ELEONORA RESSIA, GIULIA BELTRAMO, REBECCA DI SIENA, MARGHERITA PERONA, SELENE OSTI, GIADA LIDEO, LETIZIA ALBERTI, CARLOTTA PELLISSIER, CRISTIANA BERRUTI, MARTINA IMPALLARIA e naturalmente TIZIANA COLOGNESE, ELISA VACCARO, SONIA LANDOLINA, TATIANA SHPILEVAYA, ARIANNA PRETE e  MONICA MONDINO.

Serie A2 Classifica finale a Punti

Udinese – 92 – Promossa in A1
Ardor Padova – 83 – Promossa in A1
Petrarca Arezzo – 77
Etruria – 66
Terranuova – 62
Gymnica ’96 Forlì – 58
Eurogymnica Torino – 50
Aurora Fano – 48 – Retrocessa
Pavese – 44 – Retrocessa
Ritmica Piemonte – 12 – Retrocessa