SPECIALITA’ REGIONALE: EG INIZIA CON 11 MEDAGLIE

REGIONALI DI SPECIALITA’

TANTE MEDAGLIE PER LE EGIRLS ANCORA IN RODAGGIO

Spicca l’oro dell’esordiente Alessia Tucci

Prima giornata di gare nel campionato regionale di Specialità ancora presso Candelo, sede che dopo la scintillante prova di Categoria ha portato nuovamente fortuna alla EGirls.
Nonostante l’esordio per molte giovani ginnaste i risultati sono stati incoraggianti, soprattutto in previsione della seconda e risolutiva prova in vista dell’assegnazione dei titoli regionali.

Per quanto riguarda il metallo più prezioso sono le ginnaste di casa che sbaragliano la concorrenza conquistando sei ori ma ad EG resta comunque il piacere di aver racimolato il maggior numero di medaglie totali, ben 11 con un oro molto applaudito e non certo scontato alla vigilia, quello guadagnato da Alessia Tucci che aveva chiuso il 2014 con la conquista del Torneo Regionale Allieve ed ora tra le Juniores alle clavette sul gradino più alto del podio con 12,05.

Altra esordiente con la maglia di EG, Letizia D’arenzo si scrolla di dosso la ruggine accumulata in questi mesi di inattività, fa segnare un 11,45 e raggiunge Alessia sul podio ma andando ad occupare il gradino più basso.
Entrambe si sono poi piazzate quarte con il secondo attrezzo; la fune per Letizia e la palla per Alessia.

Palla che invece ha dato soddisfazione ad Annika Sereno, d’argento con 12,100 e nuovamente d’argento in coppia con Virginia Thellung nell’esercizio di coppia cerchio e clavette (8,500) nonostante la troppe titubanze che compromettono l’oro e un esercizio molto affascinante.

Alessia Zacchè si vede sfilare dal collo l’argento per soli 0,10 pt ma agguanta un bronzo alla fune con 10,850 dando la sensazione di poter insidiare chi la precede e strappare nella seconda prova uno dei pass a disposizione per gli interregionali di Nerviano.

L’ultimo bronzo fra le Juniores se lo porta a casa Camilla Cagnetti al nastro (11,200), attrezzo al quale il titolo è ancora tutto da giocare.

Versante seniores, la prima a portare a casa una medaglia è stata Silvia Marchese alla fune (11,450), specialità nella quale molto probabilmente confluiranno altre ginnaste rimaste tagliate fuori dalle posizioni che contano su altri attrezzi.
Ricordiamo a tal proposito che il regolamento da la possibilità alle ginnaste di cimentarsi su tre attrezzi nelle due prove.

Carlotta Pellissier al cerchio vince il bronzo con 12,300 e le tre sul podio sembrano difficilmente raggiungibili visto il distacco inflitto alle inseguitrici. Carlotta (13,500) raddoppia con un bronzo alle clavette ma qui il discorso è molto meno definito per il distacco dalle prime due e dalla nostra Selene Osti quarta (13,350): quattro ginnaste in soli 0,50 pt! Ci sarà da divertirsi.

Terzo posto per Allegra Cutrona alla palla (10,450), altro attrezzo che come la fune potrebbe diventare appetibile alla seconda prova e identico risultato, strettissimo, per Selene al nastro con 11,600.

Infine una nota di merito anche per le EuroGymnaste che non sono (ancora) riuscite a salire sul podio come l’ottima Chiara Vicario, impegnata solo al cerchio (quarta) poiché ancora reduce da un fastidioso infortunio e le due absolute beginners Elena Iapadre (due volte settima con palla e nastro) e Francesca Caretto (settima al cerchio e ottava alla palla).

Un mese per crescere, migliorare e suonare la carica per l’attacco finale agli undici titoli in palio e soprattutto per i 33 pass (3 per ogni attrezzo) che daranno accesso come detto all’Interregionale.

Intanto il treno della ritmica non si ferma, trasportandoci a Valenza domenica prossima per la I Prova del campionato Regionale di Serie C. Le EGirls hanno un titolo da difendere.

Classifica I Prova Specialità Regionale 2015