SPECALITA’ 2015: ALESSIA REGINA DI CLAVETTE IN PIEMONTE…

Nella seconda prova oro anche per Chiara e Virginia

EG 10 VOLTE SUL PODIO: ALESSIA TUCCI OUTSIDER VINCE IL TITOLO

A Bra le EGirls ipotecano gli Interregionali

Dieci medaglie, due ori, sei argenti e due bronzi: un bottino che non ha eguali in regione, anche questa volta.

La seconda prova dei Campionati Regionali di Specialità organizzata dalla Ginnastica Alba e disputata in un orario inusuale, con inizio alle 13,00 e fine gara intorno alle 20,00 passate, ha assegnato i titoli piemontesi anche ad EG, dopo il dominio in quello di Categoria.

Prima società torinese nel nedagliere, EG è salita dieci volte sul podio, superata solo dalla Rhythmic School delle ex EGirls di Candelo) in qualità di metallo ma non di quantità.

Ovviamente soddisfatte le tecniche Elisa Vaccaro e Sonia Landolina per la prestazione delle loro creature.

Non potrebbe essere diversamente visto il risultato generale ma soprattutto il titolo conquistato dalla nuova campionessa regionale, Alessia Tucci, entrata ufficialmente nel gruppo agonistico solo a settembre ma capace di vincere il Titolo Regionale nel Torneo Allieve di II fascia e subito dopo questo alloro inaspettato.

Alessia leader piemontese alle clavette nella categoria Juniores, dopo aver decisamente dominato nella prima prova, ha controllato le avversarie nella finale giungendo seconda.

Davanti a lei l’exploit di Virginia Thellung (11,900) che vincendo a Bra, primo oro in una competizione individuale che conta, si accomoda su uno dei tre posti che portano agli Interregionali tanto ambiti.

Virginia ha fatto finalmente valere  le sue ottime doti, troppo spesso mortificate da un atteggiamento non sufficentemente spregiudicato, e a quel punto l’oro è diventato una questione a due tra le compagne di EG, con Virgy capace di spuntarla, meritatamente. Cambio epocale nella carriera della bella ginnasta?

Ma la giornata dei volti nuovi ha dato risalto anche a Chiara Vicario, oro alla fune (11,750) e argento al cerchio (11,900) alle prime medaglie importanti della sua carriera, che le valgono però solo il passaggio con la fune. Col cerchio la ginnasta termina quarta in virtù del fatto che il corpo giudicante ha usato un diverso metodo di giudizio per questa seconda prova, rendendo inutile, almeno sulla carta, un mese di lavoro equivalente all’intervallo tra la prova di Candelo e quella appunto di Bra. Si, però, cioè, forse se, ma, bla bla bla… ecc. ecc. …

Sempre alla fune, terza piazza per l’altra EGirl Letizia D’Arenzo (11,700 punti), a soli 5 centesimi dalla coppia di testa e stesso podio nel Campionato Regionale, con Roberta Giambrone di Valenza prima in virtù del miglior punteggio fatto registrare nella prima prova (ancora una volta, stessa situazione). Anche a Letizia sfugge la promozione alla fase interregionale con le clavette, inevitabile a seguito degli errori commessi.

Argento assoluto per Annika Sereno alla palla con 12,100 (bronzo di giornata) e argento al nastro per Camilla Cagnetti (10,850), bronzo in classifica finale che aggiungono il loro nome alla folta lista di EuroGymnaste in viaggio per Nerviano.

Tra le senior, Carlotta Pellissier è seconda sia nella tappa di Bra sia nella classifica generale sia alla fune che al clavette mentre Selene Osti è bronzo sia con il cerchio che con il nastro.

EG si fa sfuggire anche qualche podio per pochi decimi come con Alessia Zacché, quinta alla fune, con Silvia Marchese quinta al nastro e Allegra Cutrona, quarta alla palla, alla sua ultima apparizione sulle pedane prima del ritiro già annunciato, al termine di dieci anni di carriera iniziata nei corsi di base attivati da EG presso le scuole elementari.

 Da quei corsi promozionali nasce la scuola di EG, fondamenta di un vasto e variegato movimento di base, presupposto indispensabile per la continuità della comunità blu.

 

SalvaSalva