REGIONALI DI SPECIALITA’ 2016: EG E’ SEMPRE SPECIALE!

EUROGYMNICA PARTE IN QUARTA

Quattro ori per le EGirls a Candelo e un bottino di 13 medaglie

Terminati test ed incontri amichevoli, disputati in gran quantità lungo tutto il mese di gennaio, i campionati agonistici federali sono ricominciati domenica 31 gennaio.
L’inaugurazione dell’intensa annata del calendario FGI si è tenuta a Candelo (BI) dove, sotto l’egida della Rhythmic School del presidente Vineis, si è disputata la I Prova del Campionato Regionale di Specialità.

Questa competizione ha la caratteristica di vedere ogni ginnasta impegnata su due soli attrezzi dei cinque previsti (da qui le denominazione “Specialità”).
Trovano spazio in Specialità molte ginnaste alla prima esperienza tra le Juniores ma, al contrario di quanto si presumeva fino ad alcuni anni fa, questa è tutt’altro che un ripiego per le ginnaste che per vari motivi decidono di non cimentarsi nella Categoria. E’ dunque diventata un confronto serratissimo fra talenti e società che vogliono conquistare un titolo nazionale e preparare le ginnaste in previsione del Campionato di Serie A o B.

Questi alcuni dei motivi che hanno spinto oltre 100 ginnaste provenienti da tutto il Piemonte a parteciparvi, dando l’onere del giudizio dei 200 esercizi ad un corpo giudicante innegabilmente stoico e affaticato al termine delle 8 ore di maratona.

Il primo atto si è dunque rappresentato all’ombra del Riccetto e il copione, per nostra fortuna, non si è discostato da quello interpretato dalle EGirls nel 2015.

Protagoniste già da subito, le ginnaste allenate dal quartetto magico Colognese, Vaccaro, Landolina e Mondino (per gentile concessione dell’Augusta Praetoria), hanno portato a casa 4 ori, 7 argenti e 2 bronzi.

Due le categorie che vedevano in pedana le nostre beniamine.
Tra le Seniores Selene Osti, Carlotta Pellissier e Annika Sereno.

Carlotta, leader assoluta alla fune (14, 550), potrebbe aver ipotecato il titolo regionale e il passaggio alla fase interregionale anche alle clavette con l’argento (15,450) alle spalle di Giada Lideo della Rhythmic School (16,150).

Stesso discorso vale per Sele con il suo doppio argento: al cerchio (13,950), dove la conquista del titolo sembra ancora in bilico tra la chivassese e Cristiana Berruti (14,850) e al nastro (14,350).


Menzione a parte per Annika, al suo primo anno da Senior ma già capace, nonostante qualche incertezza, di salire due volte sul podio. Anche per lei staccare un biglietto per gli interregionali, sia alle clavette (bronzo 13,050) che alla palla (argento 12,850) sembra cosa pressoché fatta, a meno di clamorosi ribaltamenti nella seconda prova. La valchiria sabauda può persino tentare di agguantare l’oro ed il titolo regionale scavalcando l’aostana Alessia Toscano che al momento la precede (13,150).

Dalle Juniores invece sono arrivati ben 3 ori.
Il primo alla fune dall’elegantissima Chiara Vicario, visibilmente e piacevolmente cresciuta negli ultimi mesi. Nessuna difficoltà per lei a superare le avversarie con un ottimo 13,650 che dovrebbe metterla al riparo dal rischio di perdere un titolo che sembra ormai suo.
Meno brava e più fallosa invece col cerchio (bronzo con 12,150) ma con la possibilità di giocarsi ancora qualche carta nella prossima prova.

Sempre al cerchio, ottimo argento per Alessia Tucci, con un esercizio mozza fiato ma ancora un po’ instabile, che ha comunque fruttato il secondo posto in classifica con 13,300, a soli 0.10 dall’oro di Alessia Scardone della La Marmora di Biella (13,400).

Al nastro domina Giulia Beltramo e piazza una martellata degna di Thor: miglior punteggio di giornata (14,00) tra le Juniores e si aggiudica l’oro, la gloria e molto probabilmente anche il titolo regionale. Sicuramente l’accesso agli interregionali. Regala invece il podio alle clavette chiudendo al quarto posto dopo molti errori, proprio come aveva fatto poco prima di lei Alessia (sesta).

Giada Albertone, oro alla palla, è la vera sorpresa di giornata. Impegnata solo ad un attrezzo a causa dei ripetuti infortuni che hanno afflitto miss sorriso negli ultimi mesi, la EGirl ha sfoderato una delle migliori prestazioni in carriera, eseguendo un esercizio di rara intensità, pressoché privo di tentennamenti e carico di pathos. Ottimo il punteggio (13,150) che la candida al titolo regionale, per la conquista del quale dovrà vedersela in primis con la collega di scuderia, Camilla Cagnetti (argento con 12,350) anche lei apparsa in ottima forma psicofisica e in grado di bissare medaglia e metallo anche al nastro (12,050).

Il bilancio è dunque positivo, in linea con le attese e la programmazione dello staff tecnico.
13 medaglie su 15 esercizi mettono Eurogymnica Torino in testa al medagliere e ne fanno anche quest’anno il club da battere.

Archiviata questa prima fase, le EGirls sono chiamate a confermarsi o meglio ancora a migliorarsi tra tre settimane, nella prova di Alba, in cui verranno assegnati i titoli ed assegnati i quattro pass per ogni categoria e per ogni attrezzo, per l’accesso alla fase Interregionale.

I Prova Camp. Reg. di Specialita GR 2016