ORO, ARGENTO E BRONZO DI CATEGORIA: GLI INTERREGIONALI DI EUROGYMNICA!

Eleonora Ressia vince il titolo

INTERREGIONALI DI CATEGORIA: LE EGIRLS PORTANO A CASA TRE MEDAGLIE

Leone argento, Garoffolo terza

Campionato Interregionale di Categoria: sabato 9 e domenica 10 aprile 2016, si potrebbe definire il giorno di Eurogymnica o meglio, i giorni di Eurogymnica.

Gli almanacchi della ritmica torinese fanno registrare l’ennesima prova positiva di EG, con artefici le ginnaste allenate da Tiziana Colognese, Elisa Vaccaro e Sonia Landolina, protagoniste nel week end di gara e capaci di salire sul podio per ben tre volte, in tre differenti categorie su cinque, migliorando i due argenti dello scorso anno.

Pochissimi i pass a disposizione delle 138 ginnaste scese in pedana, utili ad accapararrsi un posto per le finali nazionali che si terranno ad Arezzo il 30 aprile e il 1 maggio pv.
E solo cinque, purtroppo, finiscono al collo di ginnaste piemontesi, a indicare inequivocabilmente per l’ennesima volta che il movimento regionale è ormai da anni in affanno, scoordinato, privo di obiettivi e programmi.
Le sorti della regione sono così affidate al lavoro delle singole società, ma almeno per quelle che investono su tutti i fronti, seppur con mastodontiche difficoltà e i risultati arrivano ormai con costanza.

Ai tre lascia passare che EG si aggiudica grazie ad Eleonora Ressia (Oro), Alessia Leone (Argento) e Gaia Garoffolo (Bronzo), tutte e tre campionesse regionali in carica, si aggiungono quello di due ex di Eurogymnica, Rebecca Di Siena della Rhythmic School di Candelo, bronzo tra le Seniores e della compagna Letizia Alberti sesta ma promossa alla fase nazionale, entrambe allenate da Tatiana Shpilevaya.

Un solo titolo interregionale per il Piemonte che arriva da una stellina biancoblu tra le Juniores di II Fascia, Eleonora Ressia già argento lo scorso anno.

La rossa vince la gara con un imponente 60,150 unica a rompere il muro dei 60 pt, restando in testa fin dal primo attrezzo. Con le clavette il punteggio più alto, 15,500 che fa il pari con il doppio attrezzo della seconda classificata, Laura Paris della Moderna Legnano e resterà il top score di tutta la gara.
Unica a far registrare due over 15, Eleonora conclude la rotazione con il 15,25 alla palla e il 14,95 alla fune.
Nella finale col cerchio (14,45) allunga sulla Paris che risulterà argento con 59,05, nonostante l’ottima performance al cerchio (15,00) di Nicole Piredda della Nervianese, bronzo con 57,40.
Quarta classificata e promossa alla fase nazionale Anna Carla Stucchi della S.G.A. Virtus.

Al sedicesimo posto Letizia D’Arenzo, incostante, capace di compromettere irreparabilmente un risultato di alto livello con un 10,85 alla palla e poco dopo in grado di stupire con un sorprendente 14,00 netto, degno delle prime cinque posizioni di vertice. Manca la finale e conclude con il punteggio di 37,900.

A 37,450 si piazza invece Marica Osti, diciasettesima e ventesima Francesca Poma con 35,800 entrambe in fase di crescita con un occhio puntato al futuro.

Precedentemente erano scese in pedana, di buon’ora, le Allieve di I Fascia con in campo la giovane e debuttante Campionessa Regionale Laura Golfarelli, terminata ottava con 34,35 prima tra le piemontesi. Per lei, classe 2007, la possibilità di riprovarci il prossimo anno ancora nella stessa categoria e la soddisfazione del secondo punteggio più alto al corpo libero 12,85 dietro solo al 12,95 di Gaia Pozzi della S.Giorgio Desio vincitrice della competizione.

Tra le Junior di I Fascia, ad accaparrarsi il bronzo con 52,750 ci aveva pensato Gaia Garoffolo, lo scorso anno argento nella categoria inferiore, non senza procurare qualche patema ai supporters.
Inizio in salita; poco concentrata, con un paio di attrezzi tutt’altro che brillanti, Gaia decideva finalmente di entrare in partita con la palla e il conseguente 13,750 (secondo miglior punteggio di specialità) la proiettava in finale, avvicinandola alla seconda in classifica, Giulia Bricchi di Desio. Gaia schiacciava finalmente sull’acceleratore e il Cerchio fruttava ancora il secondo miglior punteggio 13,350 ed il terzo gradino del podio diventava una certezza, troppo tardi però per ambire a qualcosa di più.

Vinceva il Titolo Melissa Martalò – Olimpia Senago 55,400 davanti alla Bricchi 53,400.

Chiusura della due giorni con le Allieve di II fascia ed un quartetto di EGirls impegnate a dar battaglia.
Trasformata in un anno di attività, col titolo regionale in tasca e tanta voglia di fare, vince un meritatissimo argento Alessia Leone con 53,900 battendosi, è il caso di dirlo, come un leone fino alla fine dell’estenuante gara, divisa addirittura in tre gruppi e con un totale di 53 ginnaste in pedana. Il podio pareva fin da subito una questione tra quattro ginnaste che si presentavano in finale, attrezzo fune, a pochi decimi l’una dall’altra.
Dopo il 14,200 al corpo libero, il 12,95 al Cerchio e il 13,35 alle clavette con tanto di contrattempo tecnico alle musiche, Alessia faceva registrare un’ottimo 13,45 secondo solo al 13,80 di Chiara Basso – Kinesis oro con 54,750. Bronzo per Eleonora Tagliabue di Desio con 52,450.

Nelle prime 10 anche Ludovica Tontodonati, nona con 50,050 che pur non riuscendo a qualificarsi per i nazionali torna ad appropriarsi della posizione che le spetta nel rank regionale, seconda solo ad Alessia.

Benissimo anche Stefania Straniero, undicesima con 48,600 e pronta a cimentarsi nella stessa categoria il prossimo anno, in virtù della giovane età. Come lei Giulia Manusia, ventesima con 35,400.

All’uscita dal Ruffini la soddisfazione è grande soprattutto per la costanza dei risultati che fioccano ormai da anni ma il tempo per celebrare è ridotto al minimo, visto che tra pochi giorni è prevista la partenza della carovana torinese in direzione Fabriano, dove si terranno i nazionali di Specialità con in pedana una folta rappresentanza di EGirls. On the road again…

Camp. Interr. Categoria N-O GR 16