PADOVA, EG MIGLIORA IN A2 MA NON BASTA…

III di Serie A, a Padova le EGirls non svoltano

OTTAVE: LA SALVEZZA SI ALLONTANA

Ma la matematica lascia qualche speranza

Non riesce neppure a Padova il tentativo di Tiziana Colognese ed Elisa Vaccaro di invertire il trend negativo che accompagna EG dall’inizio del Campionato.

Parliamo del campionato più bello del mondo ma anche dello sport con meno colpi di scena di tutti, dove compiere un’impresa, ribaltare la sorte, raggiungere un risultato inaspettato è praticamente impossibile per chiunque.
Dunque niente Leicester City nella ritmica e di conseguenza niente miracoli. A un copione già scritto dalla malasorte che mette pure il carico da 11  facendo uscire EG in pedana per prima, si sono aggiunti anche in Veneto i più o meno piccoli errori delle EGirls che forse pressate dalla responsabilità di dover recuperare lo svantaggio hanno finito per ricadere in alcune  leggerezze già palesate nelle prove precedenti.

Se la cava bene questa volta la più giovane delle nostre, Alessia Leone che al corpo libero fa segnare il suo miglior punteggio nel campionato con 14,450 rimanendo agganciata alle migliori, ferme a 14,700.

Concentratissma e risoluta Ana Luiza Filioranu, vero è proprio valore aggiunto alla squadra che anche questa volta da spettacolo strappando applausi per un esercizio alle clavette che toglie il fiato.
L’olimpionica fa segnare un 17,550 che la colloca tra le migliori straniere dell’A2 fino a questo momento e ne fa facilmente presagire un futuro da star mondiale.

Sorprendente Gaia Garoffolo. Se già a San Sepolcro e ad Ancona la classe 2003 aveva impressionato per sangue freddo e capacità, a Padova schierata addirittura su due attrezzi, da un’incoraggiante dimostrazione di maturità cavandosela alla palla (14,400) e agguantando alla fune addirittura un 14,450 che risulta il secondo miglior punteggio di specialità.

Chiara Vicario (12,800 al cerchio) in pedana per la seconda volta in un mese dopo l’esordio in I Prova e il capitano Selene Osti (12,700 al nastro) partecipano a raggranellare un totale di 86,350 che colloca EG all’ottavo posto nella classifica di giornata e al penultimo in quella generale con 30 punti speciali.

 

 

 

La retrocessione non è matematica e fino all’ultimo è obbligatorio battersi, per tanti motivi.
Intanto per un dovere morale nei confronti di Eurogymnica Torino e delle centinaie di fans ed appasionati che ci supportano, molti dei quali hanno seguito la squadra anche durante questo campionato. Poi per non buttare via l’occasione di mettersi in mostra su un palcoscenico così che passa da una B Nazionale al vertice. Infine perchè fare il meglio può significare recuperare anche una sola posizione in classifica ed essere la prima squadra in caso di ripescaggio.

Annullata la prova finale a Perugia si fa rotta verso la nuova sede di Forlì dunque, a questo punto senza impacci, libere da qualsiasi condizionamento e chissà, pronte a trasformarsi in un Leicester City di Barriera.

III Serie A2 2016 Padova – Classifica di giornata

Classifica a punti speciali.

1 MODERNA LEGNANO 59
2 PONTEVECCHIO BOLOGNA 59
3 TERRANUOVA 58
4 GYMNICA 96 53
5 VIRTUS GIUSSANO 50
6 RITMICA ROMANA 42
7 AURORA FANO 38
8 ETRURIA PRATO 38
9 EUROGYMNICA TORINO 30
10 LA FENICE SPOLETO 26