IL LEONE RUGGISCE: ARGENTO ALL’INTERZONA Z1 – GOLD!!!

ALESSIA LEONE D’ARGENTO SFIORA IL TITOLO

Gaia Garoffolo, quinta tra le J2, accede ai nazionali

Anche quest’anno, nell’ex Categoria, le EGirls saranno le uniche torinesi a rappresentare la nostra provincia ai prestigiosi nazionali GOLD di Arezzo, in quella che è per definizione la massima espressione della ritmica individuale.

A regalare questa ennesima soddisfazione allo staff tecnico e ai tifosi, Alessia Leone, tra le Junior 1 e Gaia Garoffolo, tra le Junior 2 entrambe indiscusse campionesse regionali che, come ormai risaputo, sono tesserate alla Rhythmic School di Tatiana Shpilevaya per la stagione in corso.

Sulla pedana di Cantalupa una formidabile Alessia vince l’argento con 54,900 facendo anche registrare il miglior punteggio al nastro (13,650) e soprattutto, una volta guadagnata la finale col quarto attrezzo, il miglior punteggio col cerchio (15,050) che risulterà anche il più alto di tutta la gara, con tutti gli attrezzi.

Brilla di luce propria la stellina biancoblu e scalda gli animi sulle gradinate accendendo un duello con Eleonora Tagliabue (S. Giorgio Desio) che al termine della contesa la supera di 0,30 centesimi di punto, davvero un’inezia.
Il duo stacca decisamente le altre concorrenti, missione assai ardua visto il valore delle avversarie che affollano questa fase interregionale, comprendente le atlete di Piemonte e Valle d’Aosta, della Liguria e della Lombardia in uno dei concentramenti più concorrenziali d’Italia.

Della concorrenza spietata non rimane vittima, per un pelo, Gaia Garoffolo, indicata dai bookmakers alla vigilia come una delle più accreditate aspiranti all’oro.
Gara al cardiopalma, aperta con un errore alla palla che la trascina nella parte bassa della classifica ed obbliga le allenatrici a cambiare repentinamente le strategie di gara e l’atteggiamento psicologico dell’atleta; non più rotta verso il podio ma rincorsa ad uno dei cinque posti validi per la qualificazione.

Al rientro in pedana per la seconda rotazione, Gaia pareva rigenerata e sfoderava un’impeccabile performance alle clavette (14,950) e poi al nastro (13,750). Rientrata di slancio in gara strappava il pass nazionale grazie ad un 12,650 al cerchio viziato ancora una volta da un errore pesante, proprio sul filo di lana. Totale: 53,000 e tagliando per Arezzo obliterato. Il trio Shpilevaya – Colognese – Vaccaro usciva dall’apnea e anche l’Onda blu tornava a respirare.

Purtroppo, nonostante un’ottima gara, non si qualificano Giulia Turolla, vice campionessa regionale nella stessa categoria di Gaia, prima esclusa dalla finale al cerchio per soli 0,50 centesimi, capace di staccare un ottimo 13,350 alla palla e Francesca Poma tra le J3, anche lei vice

campionessa piemontese, ottava e vittima soprattutto di un paio di errori fatali alle clavette che non sono però sufficienti a cancellare la crescita costante che non è passata inosservata alle addette ai lavori.

A chiudere l’ennesimo, anche troppo fitto week end di gare dell’1 e 2 aprile, arriva da Giaveno la bella notizia dell’oro conquistato poco fa da Alice Botticelli nel Campionato Individuale Silver I Div. LD – Cat. Junior 1.

Individuale Gold JS – ZT1 2017 – Classifica