II PROVA DI SERIE C – ZT1 2018: EGIRLS INCREDIBILI!

Al Pala Pajetta i virgulti in pedana

EUROGYMNICA TORINO CASCELLA D’ARGENTO!

 
Gara senza timori reverenziali quella dell’Eurogymnica Torino Cascella, sabato scorso a Biella per la seconda tappa del Campionato di Serie C, con le strEGhette autrici di una prestazione talmente prorompente da disorientare le avversarie, troppo presto accreditate per la promozione in Serie B.

Ancora una volta il trio Colognese – Landolina – Vaccaro mette in pedana le giovanissime leve e, per aggiungere un po’ di pathos alla contesa, non disdegna neppure l’utilizzo di un’ennesima esordiente, Bianca Chiarello, solo poche settimane fa campionessa regionale di Squadra Allieve e argento agli Interregionali di Castelle Ticino ma pur sempre alla sua prima esperienza su pedane di questo calibro.

Le ragazze terribili dell’Eurogymnica Torino Cascella, dove per l’organizzazione della La Marmora, si affrontano 19 squadre provenienti da Piemonte, Valle d’Aosta e Liguria, la Zona Tecnica 1, lanciano l’assalto al podio sfuggito di pochi centesimi nella tappa precedente ad Imperia.

Bianca debutta con un 12,900 al corpo libero, punteggio pesante, che risulterà, al termine della competizione, il migliore in assoluto in questa specialità. Un bel biglietto da visita e una grande iniezione di fiducia per lei e per le compagne che venerdì prossimo, a Desio, scenderanno in pedana, uniche piemontesi, nella finale del Campionato Italiano Squadre Allieve 1.

Oltre a Bianca è scesa in pedana con due grandi prestazioni un’indiavolata Stefania Straniero che ha subito fatto il botto alla fune con un pesante 13,95 e poi alla palla con un altro punteggio da fuoriclasse, 14,35. Due top score che anche nel suo caso a termine gara hanno messo in fila tutte le rivali.

A chiudere la rotazione prima Giulia Manusia, artefice di una travolgente prestazione alle clavette (14,55) con tanto di miglior punteggio della gara con questo attrezzo e in assoluto della squadra in questa ennesima giornata da ricordare, al quale si è poi aggiunto il 14,50 al cerchio. Prestazioni sempre oltre il 14,00 che non fanno altro che confermare il trend in crescita della torinese che anche nella prossima tappa sarà chiamata a prodursi su due attrezzi.

A chiudere la rotazione, Alice Botticelli al nastro (11,60) migliorata di oltre un punto nei confronti della prima prova a Imperia.

Delle altre 19 società partecipanti, che ancora una volta schierano le migliori formazioni possibili, solo la Valentia di Valenza riesce a superare, non senza fatica e di solo 0,50 pt, les enfants terrible della ritmica piemontese.

La piccola ma indicativa impresa delle giovani EGirls acquista importanza poichè mentre gli altri club partecipanti mandano in gara le loro prime linee senza limite d’età ovvero le migliori ginnaste societarie, EGT Cascella fa affidamento su queste giovani atlete dato che, come noto, la prima squadra è tutta impegnata nel campionato di Serie A (al momento seste su 20 squadre) e le ginnaste più grandi sono state prestate a diversi club in regione e fuori. E’ il caso di Marica Osti, proprio con la Valentia che ora guida la classifica generale ed ambisce giustamente alla promozione in B, Alessia Martinez (classe 2006) prestata alla Zenith Chieri ed esordiente sabato a Biella, Giada Albertone alla Nervianese, che in Serie B sta dando il suo apporto nella lotta promozione che le lombarde inseguono dopo la retrocessione dello scorso anno. A loro si aggiungono Francesca Caretto prestata all’Augusta Praetoria di Aosta e Camilla Cagnetti alla lombarda Olimpia Senago, argento nella ZT2 ed anche lei coinvolta nella lotta promozione in Lombardia.

La classifica di giornata ha dunque visto salire sul gradino più alto del podio la Valentia con 82,35, Eurogymnica Torino Cascella argento con 81,85 e la VCO di Verbania bronzo con 75,10. La classifica generale vede invece in testa la Valentia con 160,35 pt seguita da Eurogymnica Torino Cascella con 153 netti.

Tappa finale tra tre settimane in Veneto con la Valentia ormai decisamente avanti alle altre pretendenti le cui speranze di promozione sono ridotte al lumicino. Per EGT Cascella nessun obiettivo particolare se non quello di continuare a crescere e a stupire come accaduto fin d’ora: salire nuovamente sul podio sarebbe poi la ciliegina sulla torta. Sognare non costa nulla…

II Serie C 2018 – Classifica