SERIE C 2018: A VERONA, EGT CASCELLA IPOTECA IL FUTURO

Marica Osti e Camilla Cagnetti, in prestito a Valentia e Olimpia Senago, centrano la promozione in B

EUROGYMNICA TORINO CASCELLA: VICE CAMPIONE ZT1!

 
Si conclude con un risultato che ha del clamoroso il Campionato di Serie C 2018, Zone Tecniche 1 e 2.
Eurogymnica Torino Cascella dopo aver messo in pedana le giovanissime speranze del club in tutte e tre le prove del campionato 2018, si piazza sul secondo gradino del podio nella classifica finale, raggiungendo un traguardo non preventivato all’inizio della stagione.

La trasferta di Verona di sabato 1 dicembre frutta alle ginnaste di Tiziana Colognese, Sonia Landolina ed Elisa Vaccaro un punteggio di giornata pari a 77,65 che sommati a quelli delle due trasferte precedenti a Imperia (71,150) e Biella (81,85), fanno un totale di 230,65.
A vincere il campionato la Valentia di Valenza, già indicata alla vigilia come predestinata al salto in Serie B e con la nostra Marica Osti tra le sue fila, prestata proprio da Eurogymnica Torino Cascella per rinforzare la già valida rosa alessandrina del presidente Buzio.
In casa nostra, nella gara scaligera brilla su tutte Giulia Manusia, capace di dare un impulso propulsivo a tutta la squadra, raccogliendo un 14,300 al cerchio (secondo miglior punteggio) e addirittura un 14,800 alle clavette, di gran lunga il miglior punteggio della gara con l’attrezzo doppio ma non solo: il suo punteggio alla fine del campionato sarà il più alto in assoluto in tutte e tre le prove. Oltre ai punteggi, che sono sotto gli occhi di tutti e vanno di molto oltre al muro dei 14,00, ha impressionato la capacità della giovane ginnasta classe 2005 di mantenere la concentrazione nell’arco della gara e gestire la tensione che è stata talvolta un suo punto debole. Costanza anche nell’arco di tutto il campionato dove Giulia ha sempre superato i 14,00 con la sola eccezione del debutto in prima prova con le clavette.


Benissimo anche la debuttante Rita Minola che con un 12,850 ha, a sua volta, fatto segnare il miglior punteggio di giornata al corpo libero, probabilmente ispirata dalle due compagne che l’avevano preceduta e che al par suo avevano dominato la particolare classifica di specialità: Virginia Mombellardo (13,25) e Bianca Chiarello (12,900). Eurogymnica Torino Cascella risulta essere l’unico club in Piemonte, Valle d’Aosta e Liguria ad aver schierato tre diverse ginnaste in tre diverse competizioni e questo la dice lunga sull’abbondanza e sulla qualità del vivaio.

Anche se nell’ultima tappa un incidente di percorso ha rallentato Stefania Straniero, fondamentale nelle altre prove ma fallosa in Veneto, non si può certo dire che un’indomita palla (10,55) abbia particolarmente macchiato il suo rendimento generale nel campionato. La complessità di questo esercizio può riservare grandi soddisfazioni se eseguito correttamente (14,350 in seconda prova e punteggio più alto di specialità di tutto il campionato) ma anche delusioni evidenti in caso di errori. Impeccabile invece con la fune nelle prime due prove dove ha sempre fatto segnare il miglior punteggio.

 

Il passo falso della varisellina in terza prova è stata assorbita prontamente grazie ad una maturata Alice Botticelli, anche lei chiamata ad un doppio impegno a causa dell’infortunio di Federica Bat scesa in pedana solo nella prima prova al cerchio. Esercizio alla fune e al nastro, dunque, per Alice, in grado di strappare alla giuria rispettivamente un 12,450 e addirittura un 12,700, punteggi poi risultati entrambi i terzi migliori di specialità.  Un campionato in crescendo al nastro, iniziato con un 10,250, proseguito con un 11,600 e concluso appunto con un 12,700: un incremento di ben 2,45 punti.

Un punteggio finale di squadra sufficiente a tenere a bada tutte le inseguitrici e a lanciare un chiaro messaggio alle avversarie in regione e fuori: a seguire le orme delle compagne impegnate in Serie A, Eurogymnica Torino Cascella ha già a disposizione un folto gruppetto di agguerrite EGirls pronte ad affermarsi e a proporsi come valide alternative.
Il ricco vivaio societario ha anche permesso di concedere alcuni prestiti importanti come nel caso di Marica o di Francesca Caretto in pedana per l’Augusta Praetoria di Aosta che a casa Montecchi ha addirittura fatto segnare un 12,900 al cerchio, terzo miglior punteggio di giornata.

Alessia Martinez è invece accorsa in aiuto della Zenith per cimentarsi al corpo libero e permettere al club di Monica Olivero di proseguire il campionato, compromesso dopo la defaillance di una chierese.

Camilla Cagnetti all’Olimpia Senago si è infine tolta la grande soddisfazione di conquistare la Serie B nella Zona Tecnica 2 dopo un testa a testa con la Varesina.

Un Campionato di Serie C 2018 indubbiamente all’insegna di Eurogymnica Torino Cascella, che ha messo in grande evidenza molte EGirls attualmente al centro delle attenzioni di svariati club italiani che ben gradirebbero poterle annoverare tra le loro formazioni, proprio alla luce dei campionati di rappresentativa che a causa del cambiamento dei calendari federali, le vedranno darsi battaglia già a gennaio.

Prima di allora però ci attende l’ultima prova di Serie A e B a San Sepolcro. Se è ormai certa la permanenza in A1, in Serie B Giada Albertone con la Nervianese si gioca le ultime chance di promozione con la formazione di Letizia Barzacca.

III Prova Serie C e Finale ZT1 2018 – Classifica